NOTIZIE DAI CIRCOLI
Condividi
Reale Y.C. Canottieri Savoia - X-35
Ischia Incanta

07 aprile 2010
Ischia incanta X-35

Non poteva chiedere di meglio la classe italiana degli x-35 per il suo debutto nel Golfo di Napoli in occasione della regata internazionale “Il Raggio Verde” organizzata a Forio d’Ischia dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia e dal Circolo Nautico Punta Imperatore. Nove le prove disputate nei tre giorni di regata: sole e vento sempre presenti tra i 6 e 25 nodi. Adrenalina pura in vista del Campionato Italiano che prenderà il via nelle acque antistanti Castel del’Ovo dal 2 al 9 maggio con organizzazione affidata nuovamente al Reale Yacht Club Canottieri Savoia e all’attento sguardo del suo presidente Dott. Giuseppe Dalla Vecchia.
Equipaggi d’eccezione in acqua sotto l’ombra vigile dell’Epomeo e di Punta Imperatore. Il campione del mondo in carica Lelagain dell’armatore Alessandro Solerio, Sberessa – campione europeo - di Paolo Bonavolontà, che dalla prossima regata ritroverà a bordo il “suo” tattico Tommaso Chieffi. Combattivo e pronto a difendere il titolo italiano l’attuale campione in carica Karma di Vladimiro ed Enrico Pegoraro, con Gabriele Benussi alla tattica.
Molti i nuovi arrivi nella classe tra cui Spirit of Nerina: un equipaggio “fatto di amici” che, dopo l’esperienza con i Melges24, si mette in gioco in questa nuova avventura firmata X-35 sempre con lo stesso spirito appassionato e scanzonato; Margherita di Roberto Mazzuccato che ha scelto come tattico l’illustre nome di Vasco Vascotto, e Sly Fox di Roberto Fotticchia, rappresentante del Reale Yacht Club Canottieri Savoia assieme a Sberessa, che conta nel suo equipaggio Paolo Cian. Senza dimenticare gli portacolori della V zona oltre quelli già menzionati: Imxtinente dell’armatore Gagliano Diego per il Circolo Canottieri Napoli con a bordo l’equipaggio del Niord Saling team e l’Irascibile dell’amatore Portanova Raffaele del Circolo del Remo e della Vela Italia.
Venerdì 2 aprile sotto un sole primaverile tre belle regate hanno impegnato e fatto divertire tutti gli equipaggi. Vento tra i 230° e 280° con intensità tra 12 -16 nodi. La prima giornata insegna subito una cosa: Tixellio di Carlo Brenco – anche se nel 2009 non ha mai raggiunto il gradino più alto del podio ha disputato una ottima stagione e Giochelotta sembrano avere quella marcia in più che gli serviva per combattere testa testa con i protagonisti. del 2009. Chi invece è contento e tranquillo forse perchè gioca in casa è il napoletano Sberessa:” Abbiamo iniziato bene. La prima regata, quella con meno vento mi ha dato più soddisfazione perché siano andati bene fin dalla partenza. La terza invece è stato un miracolo: partiti ultimi abbiamo giocato al tutto per tutto e recuperato bordo dopo bordo: 10 alla prima boa, poi 8 alla seconda e finalmente 5 al traguardo”.
Nella seconda giornata di regate per i monotipi danesi, sotto un sole splendente, Sberessa prende la testa della classifica, con Tixellio che non molla la posizione. Contenti e stanchi al rientro in banchina.
Sabato 3 aprile sono andate in scena altre tre belle regate con un vento teso e uniforme che per la prima regata ha raggiunto i 10-12 nodi, per poi lentamente scemare fino a 6-8 nell’ultima regata. Perfetto il comitato di regata (Gianni Pellizza, Carlo Tosi, Eugenio Branca, Gennaro Ernano Maurizio Iovino, Maurizio Rotondo) in questa situazione, che ha scelto di accorciare il percorso nelle ultime due prove. Testimone la vista mozzafiato di Punta Imperatore. Vento da 135 nelle prima regata che poi ha girato lentamente fino a 210°–230°. I primi tre, Sberessa, Lelagain e Blue Sky nella prima regata partita alle 13.00, sembrano aver deciso di recitare lo stesso copione andato in scena all’Europeo 2009 a Palma di Maiorca con Tixellio di Carlo Brenco che li insegue a brevissima distanza.
Poi le cose cambiano e la seconda serie di regate del “Raggio Verde” diventano la giornata del debuttante Margherita di Roberto Mazzuccato. Complice la maestria e l’esperienza di Vasco Vascotto, arriva nella seconda regata un bella vittoria all’ultima poppa su Xanadu che, scegliendo il bordo verso terra fin dall’inizio, aveva condotto tutta la regata.
Ischia nell’ultima giornata di regata regala una giornata di vento intensità tra i 20/25 nodi che scompiglia la classifica. Vince Karma grazie a una regata perfetta. Margherita seconda e Tixellio terzo.
Proprio Karma di Vladimiro Pegoraro, con Gabriele Benussi alla tattica, sale sul gradino più alto del podio risalendo dal sesto posto del primo giorno. Sberessa invece rientra in porto prima del tempo: una rottura dell’albero gli impedisce di portare a termine la lotta contro Karma, Margherita e Tixello per la vittoria finale.
Cerimonia di premiazione suggestiva e coinvolgente grazie alla carismatica presenza del presidente Pippo Dalla Vecchia del circolo RYCC Savoia che ha dato appuntamento agli equipaggi a Santa Lucia per il Campionato Italiano della Classe.
Con la prima edizione della regata “Il raggio verde” l’incantevole cornice dell’isola di Ischia ha fatto conoscere al mondo della vela la sua anima sportiva: il carattere e la tenacia che la contraddistinguono la faranno volare sempre più in alto!

M.I.


Immagini allegate all'articolo
Articolo relativo all'evento
    02 - 05 aprile 2010 - Classe X-35
ARTICOLI CORRELATI ALL'EVENTO
Nessun Articolo correlato all'evento
DOWNLOAD CORRELATI ALL'EVENTO
Nessun Download correlato all'evento
GALLERIE CORRELATI ALL'EVENTO
Nessuna Galleria correlato all'evento